Siccità

La siccità è la mancanza prolungata di precipitazioni atmosferiche che non permette piú di coprire il fabbisogno di acqua per gli uomini e la vegetazione. Il bisogno varia da regione a regione e, di regola, è determinato dall’offerta e dal consumo calcolati su alcuni anni.


Gestrandete Boote bei Niedrigwasser

Siccità in Svizzera

Sebbene in Svizzera vi siano enormi riserve di acqua a causa dell'approvvigionamento idrico fornito dalle Alpi, una lunga assenza di precipitazioni può diventare un problema, in particolare quando dopo un inverno secco seguono una primavera povera di piogge e un’estate particolarmente calda. Infatti, in primavera e in estate viene a mancare l’acqua che, solitamente, viene «immagazzinata» sulle Alpi sotto forma di neve.  Un’umidità del suolo molto bassa impedisce in questo caso una sostanziale evaporazione e, di conseguenza, rallenta anche l'effetto raffreddante che dà origine indirettamente alle precipitazioni.

 

A causa del cambiamento climatico, in futuro dovremo fare i conti con periodi estivi di calura e siccità più frequenti. Inoltre, entro il 2050 andrà perso circa il 75 per cento delle masse d’acqua contenute nei ghiacciai delle nostre Alpi, e la scomparsa di queste fondamentali riserve d’acqua avrà degli effetti negativi a lungo termine sul clima svizzero, che diventerà più suscettibile a periodi di siccità.

 

Il nostro Paese non è nuovo a periodi di siccità: ne è un esempio l'estate del 1947, oppure l'estate del 2003, in cui l'ondata di calore e un periodo con temperature record in tutta l’Europa erano stati talmente lunghi che in Svizzera i piccoli e medi corsi d’acqua si erano quasi completamente prosciugati. Queste condizioni meteorologiche e la scarsità d'acqua hanno provocato danni all'agricoltura per 500 milioni di franchi.