Qual è l’origine della siccità?

Fessure da essiccamento in terreno argilloso

Una zona di alta pressione prolungata su una regione provoca uno stato di siccità. Il cielo rimane costantemente limpido e senza nubi. Le precipitazioni sono rare o assenti.

 

Un consumo di acqua per le attività umane, non commisurato alla situazione, promuove l’instaurarsi dello stato di siccità. Il passaggio a un periodo vero e proprio di siccità dipende però dalle condizioni meteorologiche, dalla composizione del suolo e dalla presenza di vegetazione. Dal punto di vista della meteorologia, la temperatura dell’aria e le condizioni del vento hanno un ruolo determinante.

 

Le zone, il cui suolo è ricco di acqua, sono solo raramente minacciate da siccità. Altro fattore che ha influsso sull’instaurarsi di un regime di siccità è la condizione della falda freatica. Una vegetazione rigogliosa protegge il terreno dall’inaridimento. 

 

Periodi di siccità si hanno soprattutto in regioni aride e semiaride e in zone in altitudine.

Quali danni può provocare la siccità?

In un lungo periodo di siccità, le piante mostrano segni di carenza d’acqua: smettono di crescere, fanno cadere foglie e frutti, si scolorano e poi seccano. Ciò può portare alla perdita di raccolti e di pascoli e, per le regioni che vivono di quanto producono, alla scarsità d'acqua e alla difficoltà di approvvigionamento. In casi estremi, si possono verificare carestie, come negli anni 1960 in India, in cui quasi 1,5 milioni di persone sono morte di fame.

 

Ripercussioni sul suolo

La siccità può anche a causare danni al suolo poiché, in mancanza di acqua, può essere spazzato dai venti o dilavato. Se il suolo continua a seccare si possono creare delle crepe e il volume del terreno diminuisce. La pressione che gli edifici esercitano sul suolo possono provocarne l’affossamento e, di conseguenza, subire danni strutturali.  In regioni dove i periodi di siccità sono frequenti o lunghi, il suolo e la vegetazione possono deteriorare a tal punto che, anche con le prime piogge, un ritorno alla situazione normale non è più possibile: a questo punto insorge il fenomeno della desertificazione

 

Un'ulteriore conseguenza della siccità sono gli incendi boschivi, poiché la vegetazione asciutta o secca è facilmente infiammabile.