Inervento

Quando capita un evento naturale di una certa importanza, si tratta di limitarne il piú possibile le conseguenze attraverso una diffusione tempestiva dell' allarme, il salvataggio e l'assistenza delle vittime. Misure urgenti, come per es. l'erezione di sbarramenti con sacchi di sabbia o l'evacuazione di persone in pericolo, hanno come scopo quello di ridurre l'entità dei danni.

Diffusione dell'allarme

A dipendenza dell'entità dell'evento naturale può capitare che i processi naturali deviino dal percorso usuale. Per esempio, se un fiume esce dagli argini e devasta, di conseguenza, territori abitati e vie di comunicazione, le persone che si trovano nelle zone a rischio devono essere allarmate ed evacuate tempestivamente.Un sistema di allarme affidabile e funzionante può salvare vite umane.

 

Attori in caso di pericoli naturali locali

In caso di pericoli naturali di portata locale, il compito di allertare la popolazione in loco spetta alle autorità locali. Nelle zone notoriamente a rischio, il preallarme e l'allerta vengono dati da squadre appositamente istruite (per. es. un servizio locale di vigilanza sulle valanghe). Queste squadre si procurano le informazioni principalmente presso l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia (MeteoSvizzera), l'Instituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF) nonché presso i vari servizi d'informazione della Confederazione. Le informazioni dei servizi specializzati sono poi raggruppate sulla piattaforma comune dei pericoli naturali (GIN) e messe a disposizione dei responsabili della sicurezza in modo organizzato.

 

Attori in caso di pericoli naturali di portata nazionale

In caso di pericoli naturali di portata nazionale (diversi Cantoni coinvolti), l'allerta viene emessa dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM). L'UFAM funge anche da piattaforma d'informazione e, se vi verificano eventi  naturali di vasta portata , mette a disposizione dei servizi specializzati  della Confederatzione il nucleo dello stato maggiore specializzato Pericoli naturali. Quando accade un evento, questo comitato della Confederazione chiama a raccolta i vari servizi specializzati (l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera, l'Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF, il Servizio sismico svizzero SED e la Centrale nazionale d'allarme CENAL dell'Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) e getta le basi per una valutazione complessiva specializzata  di un envento o di una situazione di pericolo. Ciò costituisce una premessa fondamentale per gestire in modo efficiente un envento mediante gli organi di intervento e di condotta. Questo stato maggiore specializzato analizza e valuta i pericoli e, se necessario, trasmette i messaggi di allerta alle autorità e alla popolazione.

Salvataggio e assistenza delle vittime

La prima fase dell'intervento consiste, nel caso di un evento naturale, nel salvare vite umane e ricuperare i feriti. Le vittime e i loro parenti, come pure i soccorritori, vengono assistititi da un team di specialisti.

 

Attori

Il salvataggio e l'assistenza delle vittime vengono eseguiti dalla protezione della popolazione e dalle organizzazioni partner:vigili del fuoco, servizi sanitari, protezione della popolazione e in maniera sussidiaria anche truppe dell'esercito.

Aqua Barrier

Limitare l'estensione: misure urgenti

Durante o dopo l'evento si deve far di tutto per impedire che si allarghi la zona colpita dall'evento naturale. A tale scopo, i corpi d'intervento prendono misure urgenti come l'erezione di sbarramenti con sacchi di sabbia o di dighe provvisorie di protezione per facilitare il deflusso delle acque.

 

Può anche capirare che un'opera di protezione, per esempio un argine di contenimento delle piene, debba essere fatta saltare di proposito, per permettere il deflusso delle acque e ridurre cosí la pressione sul manufatto. I tentativi di mantenere entro certi limiti l'estensione di un evento naturale non si limitano però solo a influire sul processo in corso. Possono anche consistere nel fatto che persone debbano essere evacuate e che oggetti di valore debbano essere portati al sicuro, per es. quando si tratta di sgomberare cantine o garage sotterranei, in pericolo di essere raggiunti dalla piena. Oggetti e valori, che potrebbero venir danneggiati, devono essere trasportati in luogo sicuro. E' stato il caso, per esempio, della piena dell'agosto 2002 a Dresda, quando si dovettero mettere in salvo gli oggetti d'arte dello Zwinger.

 

Attori

Misure urgenti vengono prese, nell'ambito pubblico, dalle forze locali d'intervento della protezione della popolazione. I proprietari di fondi sono responsabili della messa in sicurezza dei loro averi.