Come si sviluppa una tromba d’aria

Tromba d’aria (1)

Perché si formi una tromba d’aria, con i suoi movimenti a vortice, sono necessari forti venti ascensionali nelle nubi temporalesche, che nascono quando masse d'aria calda e umida si sovrappongono alle masse d'aria fredda. La nascita del imbuto di venti rotanti, il cui diametro può misurare da 10 metri a vari chilometri, non è ancora stata studiata a fondo.

 

All’interno di una tromba d’aria si registrano velocità di rotazione anche fino a 500km/h e venti ascensionali con velocità superiori a 150km/h. Le trombe d’aria si spostano sul terreno a una velocità di circa 50km/h e le zone di passaggio possono estendersi da poche centinaia di metri a fino 50 chilometri. Più potente è la tromba d’aria, maggiore sarà la sua durata: il fenomeno più estinguersi in pochi minuti se è debole, ma può imperversare anche per un’ora.

 

La potenza della tromba d’aria è data dalle elevate velocità di rotazione e velocità ascensionali unite all’improvviso calo di pressione dato dal passaggio dell’imbuto. Questa caduta di pressione può far letteralmente esplodere le case nel giro di secondi, per la differenza barica all’interno dell’imbuto.