Come si forma una tempesta invernale?

Danni al bosco, Reust

Una tempesta invernale può formarsi quando le differenze di pressione tra equatore e polo sono molto marcate. Capita in autunno e in inverno, quando le differenze di temperatura sono pure particolarmente grandi. Al polo il soleggiamento, che potrebbe riscaldare l’aria fredda polare, è minimo o persino inesistente. Alle latitudini con clima temperato invece le correnti calde dei tropici continuano a riscaldare le masse d’aria. 

 

Depressione in tempesta

Nel caso di afflusso intensivo di aria fredda dal polo in direzione delle latitudini con clima temperato e di un Jet stream (vento forte a moto ondoso) si forma un vasta zona di bassa pressione di un diametro fino a 3000 km, il cui nucleo presenta una pressione atmosferica molto debole. La velocità del vento ai suoi margini è invece molto alta. La velocità massima del vento di una tempesta invernale può superare i 200 km/h. La velocità varia a seconda della composizione della superficie terrestre (per effetto dell’ incanalamento e dell’attrito). Ecco il motivo perché la velocità del vento è in generale piú alta nelle zone montagnose. La massima intensità della tempesta è raggiunta e superata quando il fronte freddo, che si muove piú velocemente, raggiunge il fronte caldo nel nucleo della zona depressionaria (occlusione). 

 

›  L’uragano Lothar del 26 dicembre 1999 

› Confronto con tempeste di vento tropicali

Quali danni ne possono derivare?

La forza aspirante (risucchio) di una tempesta invernale può svellere tegole o persino interi tetti. La caduta di oggetti (per es. rami o tegole) può mettere in pericolo la vita delle persone che si trovano all’aperto. 

La forza del vento può fare oscillare pericolosamente oggetti come per es. alberi, che possono venire sradicati o spezzati. Il vento ha pure un’azione erosiva sul terreno, del quale asporta e trasporta lontano lo strato superiore. Ne deriva un danno per le coltivazioni che si vedono private delle sostanze nutritive contenute in quello strato. 

 

Conseguenze dovute a tempeste invernali

Le tempeste invernali possono avere conseguenze devastanti. Nel caso di una mareggiata con il vento che sospinge masse d’acqua sulla terraferma, possono prodursi allagamenti della fascia costiera. Le intense precipitazioni, che spesso accompagnano la tempesta invernale, possono essere la causa di inondazione o aumentare il pericolo di scoscendimenti su versanti. Nelle montagne, il vento può causare accumuli di neve aumentando cosí il pericolo di valanghe.