Confronto tra tempeste invernali e tempeste tropicali

 
Cicloni extratropicali (Tempeste invernali)
Tempeste tropicali
(uragani, cicloni ecc.)
Zona, origine Lungo il fronte polare attorno al 45° latitudine geografica Nei (sub)tropici su superficie di acqua calda (> 26°C)
Stagione, frequenza Circa 180 zone depressionarie cicloniche all’anno sul Nord-Atlantico, di cui da 2 a 3 intense tempeste invernali In media circa 9 uragani all’anno nell’Atlantico e nei Caraibi, di cui 6 intensi
Forza scatenante Differenza di temperatura Nord-Sud, l’intensità può aumentare sulla terraferma Processi di condensazione, l’intensità diminuisce velocemente sulla terraferma
Espansione, struttura Da 1000 a 2000 km, struttura complessa, fronte caldo e freddo Da 500 a 1000 km, simmetrico
Durata Da 2 a 5 giorni Fino a oltre 10 giorni
Durata locale della tempesta Da 3 a 24 ore Da 2 a 6 ore
Velocità massima del vento Da 70 a 180 km/h (da 20 a 50 m/s) Da 120 a 300 km/h (da 33 a 90 m/s)
Velocità di movimento (traslazione) Fino a 120 km/h (33 m/s) 60 km/h (17 m/s)
Precipitazione Media Forte
Pericoli associati Mareggiata Mareggiata, tornado
Danni Causati dai venti di forza disuguale su vasta zona, fino a 1000 km di distanza dal centro. Moltissimi lievi fino a danni di media entità Causati da venti tipici dell’evento in un raggio di non oltre 200 km dal centro ("Occhio"). Lievi e gravi danni fino a perdite totali

 

Fonte: Schweizerische Rückversicherungs-Gesellschaft, Swiss Re (2000):
Sturm über Europa. Ein unterschätztes Risiko. Zürich