Inverno le valanghe 1999


Grande valanga di neve polverosa con piano di distacco ben visibile. Immagine: Valanga di Plan des Larzes (1), SLF 30.01.1999

Valanga di neve polverosa. Immagine: Valanga di Plan des Larzes (2), SLF 10.02.1999

Casa distrutta da una valanga a Leukerbad. Immagine: Valanga di neve polverosa a Leukerbad, Wolfgang Loretan 25.02.1999

Le masse di neve della valanga sono penetrate all'interno della casa. Immagine: Valanga di neve polverosa a Leukerbad, Wolfgang Loretan 25.02.1999

Ricerca con le sonde delle persone sepolte. Immagine: Valanga di neve polverosa a Leukerbad, Wolfgang Loretan 25.02.1999

Immagine: Valanga radente, Evolène, Stefan Margreth SLF 25.02.1999

Abitazione distrutta a causa di una valanga. Immagine: Disastro a Valzur, Stefan Margreth SLF 03.03.1999

Automobili travolte dalla valanga. Immagine: Disastro a Galtür, Stefan Margreth SLF 03.03.1999


Febbraio 1999

Alla fine di febbraio 1999, in molte regioni delle Alpi regnava una situazione di emergenze. Sull'arco di circa 5 settimane, in gran parte della regione alpina la coltre nevosa era aumentata di piû di 5 metri. Per la prima volta dopo decenni fu nuovamente raggiunto il 5 grado di pericolo (molto elevato) della scala europea del pericolo di valanghe. Nella seconda metà di febbraio si distaccarono centinaia di valanghe.

Danni causati

In quell'inverno si registrarono complessivamente 70 vittime di valanghe in Francia, Italia, Austria e en Svizzera (17). Gli incidenti si verificarono soprattutto nei centri abitati e nettamente meno sulle vie di comunicazione. I danni in Svizzera furono stimati a oltre 600 milioni di franchi. Nelle regioni maggiormente colpite dell'arco alpino vi furono località e intere vallate rimaste completamente isolate dal resto del mondo per molti giorni.

 

 

Beitrag Schweizer Fernsehen: 

Im Schatten der Lawinen - Ein dramatischer Winter und seine Folgen (DOK vom 12.02.2009)

 

Lawinenwinter 1999 - eine Chronologie (19.03.1999)