In caso di evento

Confederazione, Cantoni e Comuni devono fare tutto il possibile per ridurre al minimo il rischio di pericoli naturali. Ciononostante, le catastrofi naturali non possono essere del tutto evitate. Capitano eventi in cui persone muoiono o subiscono danni ingenti. Cosa possono fare le autorità di fronte a simili eventi?

 

Piattaforma informativa comune sui pericoli naturali – GIN


Adottare misure preventive

Nella centrale d'intervento

Spesso gli eventi naturali possono essere previsti solo all’ultimo momento, ad esempio in caso di maltempo prolungato. Le misure preventive devono basarsi sull'informazione e sulla messa in allerta.

 

Misure preventive che riducono la portata dell’evento e l’entità dei danni:

  • seguire regolarmente le previsioni sulle precipitazioni e sui deflussi nonché i bollettini della neve;
  • allertare e convocare per tempo gli organi direttivi (avvertire le autorità locali e cantonali, eventualmente le squadre specializzate, le 5 organizzazione partner della protezione della populazione, OWARNA)
  • preparare l’organizzazione d’emergenza; predisporre i mezzi d’intervento;
  • procedere a osservazioni in loco e a valutazioni;
  • allertare la popolazione, informare e dare istruzioni sul comportamento da adottare;
  • ordinare l’evacuazione.

Intervenire

Le 5 organizzazioni partner intervengono per limitare l’entità dei danni prima che l’evento occorra, Inoltre, hanno il compito di offrire aiuto in situazioni d’emergenza (direzione operativa, protezione, salvataggio).

  • Misure di protezione provvisorie: contenere i danni a edifici o a determinate aree
  • Soccorso, assistenza e trasporto dei feriti (CARE Team)
  • Avvio delle operazioni di sgombero. Hanno la priorità le strutture e le vie di comunicazione d'importanza vitale (dette anche «lifeline»: approvvigionamento idrico, smaltimento delle acque di scarico, approvvigionamento elettrico, vie di comunicazione e di telecomunicazione)
  • Monitoraggio delle condizioni meteorologiche ed elaborazione di un piano d’allarme (i cambiamenti del tempo possono mettere in pericolo tutte le persone impegnate nelle operazioni di recupero)
  • Gestione degli alloggi d’emergenza e dei centri per la distribuzione dei pasti
  • Elaborazione della documentazione degli eventi (processi e documentazione degli interventi delle squadre di soccorso per ottimizzare gli interventi futuri)
  • Ricostruzione

Centrale nazionale d’allarme CENAL

Vigili del fuoco in azione, BAFU
Vigili del fuoco

CENAL è il servizio tecnico della Confederazione per gli eventi straordinari. È raggiungibile 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, ed è pronto a intervenire nel giro di un'ora.

In caso di eventi, funge da primo punto di contatto per i Cantoni per il coordinamento delle operazioni di protezione della popolazione. Nell’ambito dei pericoli naturali, CENAL è responsabile della trasmissione dei messaggi di preallarme degli uffici competenti agli organi direttivi dei Cantoni interessati. In caso di importanti eventi naturali, gestisce anche il Centro di notifica e di analisi della situazione della Confederazione. Attraverso la piattaforma informativa securizzata «PES», CENAL diffonde le informazioni e le previsioni agli uffici tecnici.

 

Centrale nazionale d’allarme

Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP)

Foto BAFU
Tubi "Beaver"

L'UFPP sostiene i Cantoni, i Comuni e le organizzazioni partner nel garantire l'esecuzione delle operazioni relative alla protezione della popolazione. L’UFPP assicura che, in caso di catastrofe naturale, le autorità competenti e gli organi d’intervento siano allertati immediatamente e mette a loro disposizione le informazioni necessarie.

 

Ufficio federale della protezione della popolazione